TRATTAMENTO DEL GLAUCOMA

Il glaucoma è una malattia multifattoriale che, se non adeguatamente curata, porta alla cecità. Un paziente affetto da questa patologia soffre di un aumento della pressione intraoculare, a causa di un blocco nel sistema di filtraggio dell’umore acqueo, con conseguente perdita progressiva della vista periferica e danneggiamento del nervo ottico. In forma acuta il glaucoma viene considerata un’emergenza medica, e, se non trattato tempestivamente e chirurgicamente, può portare il paziente alla cecità in breve tempo. Il glaucoma cronico, o ad angolo aperto, ha una decorso molto più lento e, salvo casi particolari, viene trattato farmacologicamente con colliri, e, in caso di scarsa risposta ad essi, con la terapia laser o con la chirurgia.


La ricerca sta facendo notevoli passi avanti nella terapia del glaucoma con lo sviluppo di nuovi e più avanzati farmaci e tecniche chirurgiche.

Al giorno d’oggi gli interventi a disposizione mirano prevalentemente ad agire sulla pressione interna all’occhio: la trabeculectomia, la scleretomia, la viscocanulostomia, l’impianto chirurgico di valvole e shunt sono le maggiori opzioni a disposizione del chirurgo, insieme ad interventi con laser ed ultrasuoni per ridurre la produzione di umore acqueo e di conseguenza la pressione interna all’occhio.

VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?