Lenti a contatto, tra utilità e attenzione



Le lenti a contatto possono essere una vera comodità per un paziente. La possibilità di togliere gli occhiali, e talvolta anche sentirsi più a proprio agio con sé stessi, rappresentano una prospettiva allettante per molte persone. Purtroppo richiedono anche una maggiore e più attenta manutenzione, e, se vengono prese sottogamba, le lenti a contatto possono in certi casi causare anche dei danni all’occhio e alla vista.


Di lenti a contatto ce ne sono di una varietà molto vasta. Rigide, morbide, monouso, personalizzate e specifiche per alcune patologie, o anche meramente estetiche. Ognuna di queste lenti, tuttavia, ha lo stesso problema. Per definizione vanno messe “a contatto” con la cornea, il sottile strato trasparente che copre come una cupola l’iride e la pupilla, con solo un sottile strato di film lacrimale a fare da cuscinetto.


Meglio le monouso?

Per la salute del paziente le lenti a contatto monouso sono molto più sicure. Vengono vendute già sterili e richiedono qualche piccolo accorgimento per poterle portare in tutta sicurezza, principalmente lavarsi bene le mani. Occorre ricordare che per rispetto dell’ambiente è sempre opportuno gettare queste lenti nel rifiuto secco.

Allora meglio quelle non monouso?


Le lenti non monouso richiedono una grande attenzione dal punto di vista della disinfezione.

Quando non vengono indossate, le lenti devono essere messe a bagno in un liquido apposito che non deve essere assolutamente sostituito con rimedi casalinghi o, ancora peggio, l’acqua del rubinetto.


L’acqua non sterile, infatti, può portare con sé microorganismi che quando raggiungono un posto sicuro come la cornea, scatenano infezioni in grado di danneggiare pesantemente l’occhio intero. Anche tentare rimedi come sostituire il liquido con acqua bollita e sale, se non in casi di estrema emergenza, alla lunga può provocare cheratiti dannose. Pure lasciarle asciugare al sole o strofinarle possono dare enormi problemi nel breve e lungo termine.

Non le cambio proprio!


Le lenti a contatto vanno cambiate regolarmente. Se si superano le indicazioni date dal produttore o dallo specialista, la lente a contatto inizia a “soffocare” la cornea, che può perdere il film lacrimale, iniziare a rovinarsi, e avere delle conseguenze anche permanenti sulla salute dell’occhio.


Colore!


Tra le lenti a contatto più utilizzate tra quelli che non hanno problemi alla vista ci sono le lenti a contatto colorate. Queste lenti però possono essere tanto belle quanto pericolose: trovate a buon mercato, specialmente su internet, molte lenti colorate sono di dubbia provenienza e scarsa qualità. Quando le lenti non sono di buona qualità possono perdere coloranti, agenti chimici e metalli pesanti, che finiscono sulla cornea e possono essere assorbiti dall’occhio con gravi conseguenze alla vista. Le società oftalmologiche internazionali si sono spesso espresse riguardo a questo proprio nel periodo di Halloween. Quest’anno però, a causa della pandemia di COVID-19, le raccomandazioni saranno probabilmente un po’ diverse.


Cosa c’entra il COVID con le lenti a contatto?

In questi tempi di pandemia molti oculisti stanno consigliando di abbandonare temporaneamente le lenti a contatto e di tornare all’uso degli occhiali, se possibile. L’occhio infatti può essere una porta di accesso del virus al nostro corpo, e se non ci si disinfetta bene le mani prima di mettere delle lenti a contatto, si corre il rischio di passare il virus dalle mani all’occhio.


Se prima si raccomandava infatti sempre di lavare bene le mani prima di mettere le lenti per non trasferire microbi e germi, oggi si consiglia di disinfettare con alcool e poi di lavarsi le mani. Questo perché anche l’alcool dei gel può danneggiare la cornea.


Molti sono gli accorgimenti da adottare, specialmente in questo particolare periodo. Molti pazienti oltretutto non si possono esentare dal portare alcune speciali lenti a contatto.

Se tuttavia vengono seguiti alla lettera i consigli dello specialista di fiducia, è comunque sempre possibile indossare le lentine in tutta sicurezza.

VUOI RICEVERE LE ULTIME NOVITÀ?

Inviamo solo contenuto utile e di informazione sulle novità nel campo dell'oftalmologia.

Inviata!