La miopia: così comune da doverla riconoscere


La miopia è un disturbo della vista estremamente diffuso, ed è infatti uno dei difetti visivi più comuni al mondo. Ciò nonostante, la miopia non è un problema da prendere sottogamba, anche perché, nelle sue forme più gravi, può portare nel tempo a grosse complicazioni.


Senza un adeguato sistema di correzione della vista, un paziente miope fatica enormemente a mettere a fuoco gli oggetti lontani, tendendo a strizzare gli occhi per poter meglio mettere a fuoco. Chi soffre di questo disturbo della vista, infatti, fatica molto a leggere le lettere più piccole di un libro senza avvicinarsi molto alle pagine, oppure a vedere un’automobile ferma in mezzo alla strada mentre si sta guidando.


Spesso questo disturbo causa anche un grande affaticamento della vista, con conseguenti mal di testa e senso di stanchezza.

 

Curiosità: il termine “miopia” deriva dal greco antico “myo” che significa “socchiudere” e “ops” che significa “occhio”. Prima dell’invenzione degli occhiali, nella Grecia Antica strizzare gli occhi per molti era l’unica soluzione per vederci un po’ di più.

 

Cosa causa la miopia?


La causa principale della miopia è la forma dell’occhio stesso. L’occhio di un miope infatti è generalmente più allungato del normale, e questo rende più difficile mettere gli oggetti a fuoco. Con la sua forma allungata, l’occhio di un miope nel tempo deforma anche le varie strutture dell’occhio, come la cornea, il cristallino e la retina stessa. Questo in genere non da problemi più gravi della semplice difficoltà a mettere a fuoco, ma nei casi di miopia più elevata o patologica la forma dell’occhio estremamente allungata può contribuire a danneggiare la retina stessa, causando la cecità. Altre cause della miopia possono essere causate da una forma tipicamente molto incurvata della cornea o del cristallino, o da una eccessiva potenza di quest’ultimo.

Anche i traumi come ad esempio prendere un pugno dritto nell’occhio possono causare la miopia, ma nella maggior parte dei casi, fortunatamente, solo in forma del tutto transitoria e passeggera.


Cosa si può fare?


Al giorno d’oggi sono molteplici le soluzioni per gestire o curare la miopia. Fondamentale per garantire comunque una buona salute dell’occhio è sicuramente recarsi dal medico oculista con la giusta regolarità: la miopia tende infatti a peggiorare nel tempo, e il vostro oculista è sempre pronto a trovare la soluzione migliore per voi.

La più comune delle soluzioni per contrastare la miopia è semplicemente trovare il paio di occhiali più adatto per voi, oppure delle lenti a contatto. Con un paio di lenti adatte è molto più facile mettere a fuoco e vivere una vita normale, tuttavia è necessario cambiare queste lenti periodicamente per adattarsi al peggioramento graduale dell’occhio.

È possibile ridurre la miopia quando ci si sottopone ad un intervento di cataratta, grazie all’uso di speciali lenti intraoculari premium, che non solo sostituiscono il cristallino, ma migliorano la capacità di mettere correttamente a fuoco.


L’ultima ma non per importanza è la chirurgia refrattiva, tramite l’operazione laser come ad esempio la SMILE, che grazie alle più recenti innovazioni tecnologiche ha raggiunto livelli di precisione incredibili e che in una decina di minuti di intervento può farvi dire addio per sempre agli occhiali da vista.

VUOI RICEVERE LE ULTIME NOVITÀ?

Inviamo solo contenuto utile e di informazione sulle novità nel campo dell'oftalmologia.

Inviata!