L’astigmatismo: trattarlo, conoscerlo, correggerlo



L’astigmatismo è un difetto visivo che, se non corretto, ci porta a vedere le figure meno nitide e i contorni non definiti. Nella maggior parte dei casi questo è dovuto ad una deformazione della cornea, la lente che compone la parte più esterna dell’occhio. Questo tipo di difetto è detto astigmatismo corneale. Un altro tipo di astigmatismo è invece quello interno, o lenticolare, caratterizzato da delle alterazioni interne all’occhio, specialmente del cristallino.

Proprio a causa delle imperfezioni delle lenti, e specialmente della cornea, che un occhio astigmatico presenta, la messa a fuoco di un oggetto risulta essere molto difficile proprio perché la lente stessa non riesce a convergere bene la luce. Proprio per questo motivo un astigmatico vede gli oggetti, sia vicini sia lontani, non solo fuori fuoco, ma spesso anche sdoppiati.


L’astigmatismo può accompagnare altri difetti visivi?


La risposta è sì. L’astigmatismo può essere associato principalmente alla miopia, ma anche all’ipermetropia e alla presbiopia. In questo caso si parla di astigmatismo composto. L’astigmatismo può essere causato da malattie che colpiscono la cornea, e che possono cambiarne la forma, come il cheratocono, o la trasparenza come avviene con le cheratiti. Anche traumi e lesioni possono causare questo disturbo visivo.




Diagnosticare l’astigmatismo


Il metodo più semplice per diagnosticare un astigmatismo è sottoporsi ad una visita completa dal proprio oculista di fiducia.

L’astigmatismo è un disturbo estremamente comune: si stima infatti che circa il 30% della popolazione europea soffra di questo disturbo e che questa percentuale salga fino al 60% nella popolazione asiatica. Essere astigmatici tuttavia non è qualcosa da prendere alla leggera, e il rischio di sviluppare un astigmatismo anche in età adulta è una probabilità da non sottovalutare.

La difficoltà a mettere a fuoco gli oggetti, la visione doppia, accompagnata da affaticamento della vista e spesso di conseguenza a mal di testa, bruciore e dolore agli occhi e lacrimazione sono tutti probabili segni di un astigmatismo. In questo caso è fortemente raccomandato rivolgersi al proprio specialista.


Correggere l’astigmatismo


L’astigmatismo può essere corretto indossando degli occhiali con lenti cilindriche o toriche, o con le lenti a contatto. Inoltre, anche l’astigmatismo può essere corretto con la chirurgia refrattiva con il laser, previo consulto del proprio medico oculista e valutando attentamente il proprio caso.

VUOI RICEVERE LE ULTIME NOVITÀ?

Inviamo solo contenuto utile e di informazione sulle novità nel campo dell'oftalmologia.

Inviata!